Sesso, non farlo fa male alla salute

Che il sesso facesse bene alla salute si sapeva. Ma ora emerge che non farlo o farne poco fa persino male alla salute. Soprattutto per gli uomini. L’astinenza aumenterebbe il rischio di problemi come cardiopatie, stress, difficoltà erettili. A elencare gli effetti collaterali del non fare sesso è il sito di mindfulness HackSpirit: fare sesso almeno 2 volte a

 settimana dimezza per l’uomo il rischio di arterie ostruite, rispetto a chi ha rapporti meno di una volta al mese. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Sexual Medicine, il sesso riduce inoltre i livelli di omocisteina, sostanza che può portare a problemi cardiaci. Fare sesso regolarmente migliora la circolazione e la salute vascolare, soprattutto negli uomini.

Ecco perché fare poco sesso fa male alla salute

Il sesso è un ottimo anti-stress, grazie all’aumento di endorfine ed ossitocina, e fa bene al sistema immunitario, aumentando la produzione di immunoglobulina A, anticorpo che combatte malanni come l’influenza, come scrivono gli esperti sul ‘Daily Mirror’, citando uno studio della Wilkes University in Pennsylvania. Figuriamoci se si fanno (se piacciono) anche giochi di sesso trasgressivi, per stimolare l’appetito di chi magari di appetito sessuale ne ha poco.
Non solo. A beneficiare di una vita sessuale regolare sono anche le cellule grigie degli anziani: studi delle università di Oxford e Coventry hanno scoperto che chi è attivo sessualmente ha un punteggio più alto ai test sulla prontezza di linguaggio e sulla percezione visiva. Infine, chi fa sesso meno di una volta a settimana ha un rischio doppio di sviluppare una disfunzione erettile rispetto a chi ha rapporti più regolari.

Sesso, migliora se si dividono equamente le faccende domestiche  

La parità in casa di fronte al bucato da stendere fa bene alla vita sessuale della coppia. Una ripartizione equilibrata dei lavori domestici, infatti, aumenta il numero di rapporti e la soddisfazione dei partner, secondo uno studio pubblicato su ‘Social Forces’, rivista del Dipartimento di Sociologia dell’università del North Carolina e Chapel Hill, da ricercatori dell’università della Florida che hanno monitorato per 2 anni 1.100 coppie di 55enni, sposate in media da 27 anni. Dall’analisi è emerso che, al 2013, le donne statunitensi nella coppia lavoravano a tempo pieno nel 57% dei casi e si occupavano delle faccende domestiche ancora 2 volte più degli uomini contro le 7 volte degli anni ’60.

Adentrandoci sul lato pratico del problema, un consiglio te lo ossiamo dare. Esistono oggi molti modi per incrementare le possibilità di avere incontri trasgressivi e più eccitanti. Se  vuoi incontrare singoli e coppie che come te amano queste pratiche, iscriviti e frequenta il nostro sito www.playwithsex.eu – Scoprirai una Community in crescita e tanti nuovi interessanti appuntamenti per divertirti e godere a modo tuo.